RECENSIONE: Delta squonk mod by T.V.L., Vaporesso e Revenant Vape

quando ho parlato con la responsabile commerciale di Vaporesso, la mia idea era quella di aver la possibilità di recensire la Luxe box in kit con il tank  S.K.R.R. L’idea è piaciuta a J. la quale, oltre a mostrarsi entusiasta, mi ha fatto una domanda: “Va bene, ti manderemo la Luxe per la tua recensione. Ma se assieme alla Luxe ti inviassimo un prodotto assolutamente innovativo?” ed ecco che mi piazza davanti agli occhi la foto della Delta, una box con circuito Vaporesso e disegnata da Revenant Vape in collaborazione con T.V.L.

“Carina” ho pensato ma dalla foto mi sembra quasi un giocattolo. Forse per il colore sgargiante o forse per le dimensioni che non riuscivo ancora ad inquadrare bene. L’idea del tasto di squonk posto davanti all’atom e il foro di refill sul fondo mi sono sembrati subito interessanti ma, comunque, non ero ancora entusiasta di recensire questa box.

Poi mi è arrivata. Ed è stata follia.

PACKAGING

c onsiderando che la box è ancora in preview e non in vendita, è bene considerare che il packaging potrebbe (sicuramente) subire delle variazioni, sia nel contenuto che nelle dimensioni. Proprio per questo motivo non darò un voto alla fornitura ma piuttosto mi limiterò a descriverne il contenuto.

La confezione è sottile e nella parte anteriore riporta la foto della box: scritta “DELTA” in alto, marchi “T.V.L.” e “Revenant” in basso. Sul retro viene specificato che la box è fornita in combo con il “Reload Rda“, vengono elencate le features e il contenuto oltre che alle dimensioni del device. All’interno troveremo dunque:

  • Delta mod con adattatore per batteria (può ospitare 18650 e le 2×700)
  • 3 calapton coil in NI80 da 0.20 ohm ciascuna
  • adattatore per drip tip 510
  • cavo usb
  • atomizzatore Reload RDA
  • bottiglia in plastica per il refill
  • Allen Key tool
  • manuale d’uso (nel mio caso assente)

VOTO: nd.

“capire che un libro non va giudicato dalla copertina è qualcosa di fondamentale, di qualunque cosa si stia parlando.”

DESIGN E MATERIALI

Eeccentrica, rude, industriale, cattiva. Queste sono le cose a cui si pensa quando si guarda questa box luccicante e dai colori cangianti (al momento pare che l’unico colore disponibile sia il “rainbow“).

E’ quasi totalmente in metallo, fatta eccezione per piccoli inserti (come il drip tip dell’atom e il monitor lcd ma questo non la rende eccessivamente pesante; solida si, ma ergonomica e con tutti i tasti al posto giusto. Il tasto “push to squonk” è posto nella parte superiore dello chassis mentre quello di fire, appena sopra il circuito. I tasti di regolazione dei parametri e i tasti di selezioni sono posti invece sotto il monitor, coerentemente con il 99% delle box circuitate in commercio. Ma aldilà dei tasti, quali sono le caratteristiche che rendono questa box comoda, interessante e rivoluzionaria?

Il sistema di squonking è straordinario: nella parte inferiore della box, sul coperchio che chiude il vano batteria, è stato posto un piccolo foro. Questo foro contiene un cilindro a molla che verrà spinto verso l’interno dal beccuccio della nostra boccia di liquido, aprendo così il rubinetto e riempendo il serbatoio integrato (chi ha il Galaxies RTA della Vape Fly, capirà benissimo come funziona questo sistema di refill).

Premendo il tasto per lo squonk, aumenterà la pressione all’interno del serbatoio, spingendo il liquido verso il nostro atom.

Ovviamente, per non lasciare nulla al caso, i designers hanno previsto una finestra trasparente laterale dalla quale monitorare il livello di liquido residuo.

Parlando dell’atomizzatore, mi è piaciuto moltissimo: capiente, con una gestione dell’aria semplice ma efficace e facile da buildare. Si perchè il deck postless è organizzato con due lunghe ghigliottine strette da una vite ciascuna. Questo ci da la possibilità di buildare praticamente qualsiasi coil (in single).  Aromaticamente? Non temo e non mi vergogno di piazzare un bell’8.5 alla resa aromatica di questo atom che lavora molto meglio di tanti altri dripper più blasonati.

VOTO: 9

“Il sistema di squonking di questa box vi permette di non aver alcuna boccetta da sfilare, limiterà i vari leaking dell’operazione risultando assolutamente definitivo. E non dimentichiamo la capienza di ben 6.5 ml”

CIRCUITO

Il circuito che regola questa box si chiama Omni Board 4.0 ed è lo stesso con cui Vaporesso ha dotato le sue recenti produzioni. E’ un circuito interessante e che gestisce tutto in maniera estremamente rapida e reattiva (tecnologia instafire con attivazione coil in 0.001 secondi). Il wattaggio viene gestito in un range che va dai 5 ai 100 watt mentre il valore resistivo minimo che l’omni board può affrontare è di 0.03 ohm (I love it); numeri sicuramente interessanti che però trovano forse più utilità nell’impressionare il pubblico rispetto a quanto non siano realmente incisivi.

Questo circuito sviluppato da Vaporesso fa bene il suo lavoro ed è bello da vedere. Certo è che nel caso della Delta, inserire l’opzione di utilizzo in controllo della temperatura non sarebbe stato male: già, questa box supporta tre diverse modalità in VW, ha diversi settaggi per boost e l’hit ma non ha il TC, il TCR nè la modalità bypass. Poco male per quest’ultima considerando che personalmente ritengo che in una box del genere sarebbe forse sprecata.

VOTO: 7.5

CONCLUSIONI

Nonostante il circuito di questa box non mi abbia convinto a pieno, la gestione di tutto l’apparato di squonking mi ha davvero lasciato senza parole per la sua semplicità di utilizzo e per la sua assoluta efficacia. Il design della box a me piace moltissimo, così come l’ergonomia nonostante le dimensioni abbastanza generose (93.4*55.9*29.8) e nonostante i materiali che, rendendola lucidissima, la rendono soggetta anche alle tanto odiate ditate.

La combo con l’atom è azzeccatissima considerando che l’atomizzatore è davvero molto valido sotto tutti i punti di vista: si rigenera in un attimo, è costruito molto bene e ha un’aroma che spacca.

La acquisterei? Considerando che non so quale possa essere il prezzo finale, direi “ad occhi chiusi“. Chiaro che se la banda Vaporesso, T.V.L. e Revenant dovesse decidere di sparare un prezzo spropositato, mi troverei a dover ritrattare questa mia ultima affermazione.

Per chi è?

Per gli amanti dello squonk, per chi vuole una box che non passi inosservata pur consapevole di dover rinunciate a tutte le funzioni di controllo della temperatura. La consiglierei a chi sa rigenerare ma anche a chi sta iniziando ora e la consiglierei a chi cerca un device non troppo ingombrante che ci permette di dimenticare a casa carica batterie e bocce di liquido.

VOTO FINALE: 8.5

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here