RECENSIONE: Skipper by Ropecut

 

l primo approccio che ho avuto con questa marca di liquidi ed in particolare con questo liquido è stato a Londra ad Aprile. Durante il viaggio in aereo ho assillato la mia dolce metà (santa donna che mi sopporta!!! ) con la frase “Voglio vedere i vape shop londinesi e comprare liquidi”. Al mio arrivo alla stazione di Richmond, dopo circa 4 ore di viaggio tra aereo, autobus e metropolitana, ed appena uscito dalla stazione BAAM!!! nel raggio di 150 metri 4 Vape Shop!!! Preso dall’entusiasmo come un bimbo in un negozio di caramelle, comincio a girare come un matto ed in un negozio mi fa l’occhiolino questo pirata barbuto con la pipa in bocca. Chiedo informazioni sul gusto che è crema pasticcera classica e crema pasticcera alla vaniglia, il tutto affumicato leggermente con un tabacco e lo compro senza colpo ferire…

È nato un amore viscerale per questo liquido!!!

PACKAGING

Il packaging di questo liquido non prevede alcuna confezione esterna. È una classica chubby gorilla color marrone con l’etichetta che avvolge quasi tutto il flacone. L’etichetta è nera satinata con una banda oro antico sull’apice con la scritta “Quintessence Series”. in mezzo abbiamo un teschio pirata con cappello da marinaio, barba lunga e pipa circondato da una corda marinara con sotto la scritta Rope Cut in corsivo e il claim “all weather vape”, tutto di colore bianco sporco. Al piede dell’etichetta troviamo la scritta “Skipper” in stampatello di colore oro antico e la scritta in corsivo “Smokey Custard” in bianco. Dietro abbiamo gli ingredienti scritti multilingue, gli indirizzi per contattare il produttore e i marchi del caso.

AROMA

l naso spicca subito il dolce vanigliato della crema, come quella che fa la nonna massaia per farcire la pasta frolla, ma la parte affumicata non mi spicca al naso ed un po’ mi delude questa cosa. Ma è alla svapata che questo liquido da il meglio di se… Un’ esplosione di gusto, le mie papille si trovano a ballare e cantare “You’ll never walk alone”.  Le creme si sentono ed anche bene, la vaniglia non è invadente ed è qui che entra in gioco la parte affumicata con il tabacco che amalgama il tutto e non rende così stucchevole il gusto come tanti penserebbero leggendo gli ingredienti.
Io l’ho drippato su un Entheon a wattaggi bassi, circa 35 W, ed è una goduria per il palato, con la sua amalgama perfetta. Drippato a wattaggi un po’ più spinti, perde un po’ di dolcezza, ma acquista una nota secca che a me piace da impazzire, ma alla lunga può stancare il vaper neofita.

VOTO: 9

CONCLUSIONI

Il liquido è, a mio parere, un must have, prima o poi tutti devono provarlo, e perchè no anche acquistarlo. Io non ho mai provato un amore così grande per un liquido. Aromaticamente parlando, lo Skipper ha coerenza su tutti i fronti, ma olfattivamente mi sarei aspettato di sentire la nota affumicata. Può essere un all day? Per me si, ma per chi è neofita di questo mondo fatato che è lo svapo, potrebbe stufarsi sulla lunga distanza. Io lo consiglio a tutti quelli che vogliono approcciarsi ai crema-tabaccosi, ma che non vogliono sbattersi con MTL e rigenerazioni ogni 4 ml. E se la sera state sul divano, con un bel film da vedere ed un bicchiere di whiskey, fate 3 belle drippate con lo Skipper, brindate con chi vi sta vicino e SLÀINTE!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here