RECENSIONE: Red Label by JustDrip

io uso pochissimo Facebook, prima lo usavo di più per motivi lavorativi e per seguire concerti della scena metal e punk della mia zona. Ma grazie al social più famoso al mondo, ho ritrovato un carissimo amico dopo che ci eravamo persi di vista per qualche anno, per colpa di lavori diversi e con orari diversi. L’ho ritrovato svapatore compulsivo di tabacchi (è diventato il mio spaccino di fiducia di tabaccosi strani ed estremi) e grazie a lui, ho conosciuto il creatore del liquido che andremo ad analizzare in questa recensione.

PACKAGING

Il packaging non prevede scatola esterna. L’etichetta, di un bel colore rosso come le ciliegie di Vignola, copre per la totalità il flacone da 60 ml. L’etichetta è impostata come se fosse quella di un liquore con sopra la marca “Just Drip est. 2015”. In mezzo troviamo la scritta “RED LABEL” e al piede c’è il claim “Original Italian Flavour” Dietro possiamo trovare il numero di lotto, gli indirizzi per contattare il produttore, come prepararlo e conservarlo oltre che gli ingredienti.

AROMA

l naso si sente benissimo la ciliegia, con il tabacco che smorza il dolciastro del frutto e dà quella spinta in più al liquido: è una gioia per il naso. Alla svapata ecco la magia… La ciliegia e il tabacco si amalgamano alla perfezione, si sposano benissimo come il guanciale alle uova della carbonara. In bocca arriva subito la ciliegia, bella carica ma non prepotente mentre il tabacco pulisce la svapata. Il retrogusto che rimane è una sinfonia di ciliegia e sentori legnosi. Come dice il mio amico Elvio, è come quando giochi in bocca con il nocciolo della ciliegia.

VOTO: 9

CONCLUSIONI

Questo, a mio parere, è il tabaccoso fruttato da avere, è un MUST HAVE per forza o per volontà. Lo consiglio al vaper tabacco-dipendente a cui piacciono i mix, a chi vuole inoltrarsi al mondo del tabaccoso senza lo sbattimento di prendere un organico e a chi vuole conoscere un nuovo liquido senza se e senza ma. Prendete il vostro bicchierino di Sangue Morlacco, mettetevi comodi e date il via a questo rito quasi pagano di godimento delle papille gustative.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here