RECENSIONE: IQ 3Secs by Hangsen

Quanti di voi non hanno mai sentito o letto “rumors” relativi ad una iPod Mod, o ad una iSig o (peggio che peggio) una iVape? No, la nota azienda con sede a Cupertino non ha provveduto a cimentarsi nella produzione di devices per il vaping anche se, guardando la pod mod di cui parleremo oggi, la 3Secs di IQ, si potrebbe pensare il contrario.

PACKAGING

Minimale, elegante e senza alcuna informazione superflua: ecco come si presenta il packaging di questa interessante pod mod. Foto prodotto sul fronte (con il solito avviso internazionale sulla dipendenza creata dalla nicotina), sul lato destro il marchio IQ, su quello sinistro il motto “Vape smart, vape IQ” mentre sul retro della scatola troveremo le indicazioni relative al contenuto:

  • Pod Mod da 400 mAh;
  • Pod di ricambio da 1.5 ohm;
  • Cavo usb.

Una volta sollevato il coperchio troveremo finalmente la nostra pod mod. “Cazzo quanto è sottile” ho pensato appena presa in mano. Feeling ottimo, sottile e lunga e con delle linee assolutamente pulite. Sollevo il doppio fondo per cercare la “cartuccia” e mi accorgo che all’interno della scatola ci sono anche il manuale utente e una boccetta per il refill (entrambi non elencati sul retro della confezione) M A N I E N T E C A R T U C C I A.

Come sempre, come ripeto ogni volta che apro la scatola di una nuova pod mod, gradirei trovare almeno un pod di ricambio. Ma niente, sembra chiedere troppo.

VOTO: 7

DESIGN E MATERIALI

Penso che questo sia davvero il punto forte di questo devices.
10.4 millimetri di spessore, 36 millimetri di largezza e 109 millimetri di lunghezza per un peso di 143 grammi: wow.

Maneggevolissima, leggera, senza rinunciare alla bellezza dei materiali con cui è costruita. Il profilo è interamente in alluminio mentre le superfici sembrano quasi fatte in gorilla glass. Se poi aggiungiamo il fatto che quella arrivata a me per la recensione è bianca… ciaone. In alto, sulla faccia anteriore, troviamo l’elegante marchio IQ mentre in basso troviamo un mini display a led che indica la percentuale di batteria residua e una meno utile icona che si anima durante il puff. Posteriormente troviamo nella parte alta una piccola finestra allungata per consentire di vedere il liquido residuo all’interno della pod, mentre in basso troviamo marchi CE, smaltimento, FC e l’engraving del modello: 3S

Sul bordo inferiore, la presa micro usb per la ricarica (davvero molto rapida).

VOTO: 10

SISTEMA POD

Questo è il momento della verità. Ok, la pod mod nel complesso è davvero bella da vedere… sarà anche funzionale? Scopriamolo insieme.

Il sistema pod, la cartuccia, può contenere 2 ml di liquido. Come tutti i sistemi di questo genere, richiede un tot di minuti affinchè il cotone si impregni bene del liquido e altrettanti affinchè l’aroma restituito sia davvero fedele. Fin qui tutto nella norma, la 3S si comporta bene sia per quanto riguarda l’aspetto aromatico e sia per quanto riguarda l’aroma; a questo proposito va sottolineato che a livello di funzionalità, questo modello vince su tutti i fronti rispetto alla sorella – ultima arrivata – OVS.

L’attivazione del device avviene semplicemente tirando e, una volta capite le dinamiche del tiro, la produzione di vapore è davvero interessante, coerentemente con natura mtl (del tutto rispettata) di questi sistemi.

Ciò che non mi convince di questa pod mod è, come per tantissime altre, la capienza della batteria, solo 400 mAh. E’ vero, per chi non è avvezzo allo svapo compulsivo, può essere abbastanza. E’ anche vero che si ricarica in mezz’ora circa. Ma questo non libera la mia testa dall’assillante domanda: quanto vi costa in termini economici ed ergonomici mettere una batteria da 1000 mAh?

Credo sia una domanda destinata a restare irrisolta nel mondo del vaping tascabile, fatta eccezione per poche, davvero poche, pod mod.

Per quanto riguarda la cartuccia in se, niente di stravolgente: viene tenuta in sede da due piccoli magneti mentre il refill avviene dalla parte inferiore ove si trova un foro coperto da un tappino in silicone. Da apprezzare la grandezza del foro, non troppo piccolo come in tanti dispositivi di questo genere.

VOTO: 8

CONCLUSIONI

Nulla da dire sul fatto che IQ sappia cosa significa fare un prodotto di design: questa pod mod potrebbe tranquillamente essere venduta con il simbolo della mela morsicata e la cosa sarebbe credibile. Bene il lavoro sulla resa aromatica, un po meno quello riguardante l’autonomia della batteria che ahimè avrebbe dovuto essere da almeno (e dico almeno) 650 mAh.

Per chi è?

Indiscutibilmente entry level ma con un occhio di riguardo al design. Si può dire che tra le ultime pod mod provate questa sia assolutamente la più bella e perchè no, anche una di quelle più soddisfacenti da utilizzare. La consiglierei a chi ama il bello ma anche a chi ha una power bank sempre a portata di mano.

VOTO FINALE: 8.5

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here