RECENSIONE: Londra by Dreamods

Sono stato diverse volte a Londra, principalmente per piacere e, da questa città fantastica e multietnica, sono sempre partito con un po’ di amaro in bocca. Si perchè la Londra che avrei voluto aver il piacere di vedere, è la capitale di fine ‘800. Una capitale noir, forse “La” capitale noir per eccellenza, avvolta dal vapore delle locomotive e dal mistero delle leggende che correvano per le vie. Una Londra ferrosa, rude, affascinante, complicata.

Esattamente come l’aroma concentrato No 999 di Dreamods, a cui la nota ditta Siciliana ha dato il nome della capitale Inglese.

PACKAGING

Non c’è packaging ad accogliere la piccola fiala da 10 ml contenente il nostro aroma, ma un’etichetta molto curata (e sobria) ad indicarci cosa abbiamo per le mani.

In alto la scritta “LONDRA”, poco sotto il numero della mistura, il 999. Al centro la scritta che riporta “English Bland” e ancora sotto il nome della ditta. Sul retro troviamo la composizione e i riferimenti web dell’azienda.

Clean af.

VOTO: 7

AROMA

Prima di addentrarci nell’aspetto percettivo relativo a questo concentrato, è bene spiegare cosa racchiude in seno questo piccolo contenitore: “una pregiata miscela inglese con note prevalenti di Latakia turco ed un sottofondo di Perique e Virginia”

Questa è la descrizione fornita da Dreamods per la quale va specificato che questi 10 ml sono di aroma organico microfiltrato (le vostre coil vi ringrazieranno). La diluizione consigliata dal produttore va dal 10% al 13% ma personalmente, amante dei tabacchi che si fanno sentire, ho optato per la prima.

Olfattivamente il Latakia si percepisce bene, essendo forse una delle varietà di tabacco più intense. Tuttavia, a differenza di altri concentrati in cui (pur essendo misture) il profumo turco soffoca gli altri, qui la situazione è molto ben bilanciata: arriva il Latakia ma quando bussa all’uscio del vostro olfatto, lo fa accompagnato dal Perique. Turchia e Louisiana si trovano in un connubio che risulterebbe soffocante per qualsiasi altro tabacco, ma Dreamods non accetta atteggiamenti prepotenti ed ecco che consente al Virginia di affacciarsi alle spalle dei primi due.

La risultante è un’ottima aroma, bilanciato e che odorato da un leggero colpo secco e amaro sul fondo della gola.

E’ ora di bagnare il cotone e di dar “fuoco alle polveri”, accompagnando la nostra mistura nel cuore della nostra camera di vaporizzazione.

Per questa mistura ho scelto come atomizzatore il Caiman V4 della Vape System il quale, non avendo un vero e proprio camino, mi consentirà di dare più aria ai tabacchi speziati e secchi. La build è una single coil di Khantal A1 28 Ga: 6 spire su punta da 2.5 mm per un valore resistivo finale di 1.12 ohm.

Posso dire di aver fatto diverse prove con questa miscela, utilizzando diversi atom, diversi cotoni e diverse coil. Con la configurazione citata qui sopra, spinta a 22.5 Watt, sono riuscito a scorporare i tabacchi presenti in questo liquido, mantenendo tuttavia un connubio finale da lasciare a bocca aperta:

Latakia e Perique sembrerebbero quasi inscindibili, seppur le note di entrambi vengano percepite in maniera uguale ma distinta, dandovi la sensazione di percepirli entrambi seppur senza saper decidere quale dei due in maniera preponderante. Il Virginia è l’ultimo ad arrivare e anche l’ultimo ad andar via, con quella sua nota dolce che lo contraddistingue e che aiuta a rendere il gusto secco dei primi, qualcosa di realmente piacevole.

VOTO: 9

CONCLUSIONI

Londra 1890. State passeggiando lungo le strade chiassose e fumose della città, attraversando la bellezza del caos ma persi nel godervi una pipa colma di Latakia, Perique e Virginia. Questo è il mood nel quale ci si può tranquillamente immedesimare svapando questo liquido tabaccoso.

Lo vedo come un all day? Ni. (il Nichel non c’entra).

La sua struttura è complessa e merita di essere compresa. A meno che non siate fortunati, non vi basterà provare una configurazione per estrapolare da questo concentrato tutto il suo potenziale; per questo motivo lo consiglio a chi ha già dimestichezza con i tabaccosi e aspetta di fare quel salto di qualità, alla ricerca di qualcosa di più raffinato che forse trova spazio nei momenti più tranquilli della giornata.

VOTO: 8.5

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here