MUST HAVE: ByKa V8 by Vape System

Dalla Russia con amore.

Questo è il titolo di uno dei vecchi episodi di 007, quell’agente segreto all’epoca interpretato da Sean Connery. Un film cult che è stato portato avanti per anni, cambiando il cast ma non la sostanza ma sopratutto regalando ogni volta un episodio più avvincente.

Esattamente come accade per l’azienda Russa “Vape System”, ormai nota nel mondo del vaping per la serie di successi infilati uno dietro l’altro. Caiman, Caiman BF, By Ka sono i prodotti di punta di questa azienda e, nel caso viveste fuori dal mondo, stiamo parlando di atomizzatori esclusivamente mtl (mouth to lung – tiro di polmone) e rigorosamente “high end”.

Diciamo che gli atom prodotti da VS possono essere suddivisi in due grandi famiglie: quella dei By Ka, tank rigenerabili e quella dei Caiman, dripper rigenerabili ma con la particolarità di avere torrette sempre abbastanza alte da consentire alla vasca di contenere fino a 2 ml di liquido (Caiman V4). Tralasciando quest’ultima categoria, vorrei concentrarmi oggi sul By Ka V8 che mi è stato gentilmente fatto recapitare da VS per i miei test e per esprimere un’opinione prima della data ufficiale di rilascio.

Venendo a noi, il By Ka V8 ha un packaging minimale in termini di concept ma sempre ricco in termini di accessori: riduttori dell’aria, tre diversi tank (di cui uno misto, uno in acciaio e due in policarbonato nero e trasparente), o rings e libretto d’istruzioni. Considerando che qui non stiamo parlando di recensione ma del motivo per cui personalmente lo considero un must have, non mi dilungherò nello spiegare quale build è meglio per fare cosa e quanto sia facile montare una coil nel cuore di questo atom. Quello che farò sarà dirvi per quale ragione, un guanciarolo (specialmente se innamorato dei tabacchi) DEVE avere questo dispositivo all’interno della propria rosa.

Con By ka V8 VS fa un passo in avanti, ma prendendo il meglio dai suoi modelli precedenti, il V6 e il V7: dal primo ha ripreso praticamente tutte le misure, tornando tra l’altro nell’olimpo dei 22 mm, ha ripreso il blocco corsa alla fine della regolazione dell’aria e ha migliorato il top cap invertendo il senso di filettatura del tappo di refill, evitando così di svitare anche la parte adibita alla gestione del flusso di liquido. Dal secondo ha preso i fori dell’aria, le torrette, ha migliorato la vasca e ha migliorato anche i fori di alimentazione del liquido, rimpicciolendoli leggermente ma senza inficiare l’ottima capacità di alimentazione tipica di questi atomizzatori.

Dal punto di vista costruttivo non c’è nulla da dire: un’opera d’arte di progettazione e siderurgia, tanto da renderlo a mio parere uno dei Re dei tabacchi. Perchè? Perchè risulta estremamente versatile grazie ad un tank davvero generoso (5 millilitri il più grande) ma ad una camera di vaporizzazione estremamente bilanciata; le sue dimensioni permettono un’ottima resa con misture e aromatizzati senza però perdere punti nel caso la vostra scelta ricadesse su un assolo di qualche tabacco…

Insomma, di atomizzatori ne ho provati tanti e a chiunque mi stia chiedendo qual’è il miglior tank per tabacchi che io abbia provato di recente, non posso che rispondere che il By Ka V8 passa a pieni voti qualsiasi esame, guadagnandosi un posto importante all’interno degli atomizzatori mtl high end.

Provare per credere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here