TUTORIAL: Wrapping delle batterie

Occorrente:

  • Wraps
  • Phon

Tempo necessario: 5 minuti

Quest’oggi vi parlerò di uno di quegli aspetti del vaping a cui tengo molto e che molti (specialmente i neo-vapers) sottovalutano: la sicurezza e, in particolar modo il wrapping delle batterie. Partiamo con il capire cos’è e come si esegue, focalizzandoci poi sul motivo per cui avere le proprie batterie in condizioni sempre perfette, sia davvero di fondamentale importanza.

Il verbo “to wrap” (da qui wrapping) non significa altro che “avvolgere” e, quando noi che svapiamo usiamo questa parola, ci riferiamo a quella pellicola che ricopre le nostre batterie: verde, nera, bordeaux, il colore non conta. Quello che conta è che questo avvolgimento sia sempre in condizioni impeccabili, che ricopra la nostra cella senza soluzioni di continuità e che quindi non lasci spazio (ovviamente fatta eccezione per i poli) al nostro occhio per vedere direttamente la scocca metallica della batteria.

Perchè è così importante che questa pellicola sia intatta?

Molto semplice: la pellicola serve a far si che le uniche parti della nostra batteria a far contatto siano il polo positivo e quello negativo. La remota possiblità che un qualsiasi altro punto della batteria entri a contatto con il circuito mette le nostre mani (e la nostra faccia) a rischio! Non stiamo parlando di teoria ragazzi, stiamo parlando di un rischio concreto che si può evitare con un po’ di attenzione e pochi semplici passaggi.

COME FARE.

Per prima cosa sarà necessario procurarvi le wrap per sostituire quelle danneggiate o usurate. Di wrap è pieno il web, basta una piccola ricerca con queste parole chiave: “wrap di ricambio 18650” dove “18650” va sostituito a seconda del tipo di batteria sul quale eseguire il lavoro.

Una volta acquistate, vi arriveranno a casa delle vere e proprie bustine appiattite fatte di un materiale termo-restringente ossia un materiale che si restringe quando viene scaldato, aderendo (in questo caso) alla vostra batteria.

Step 1:

La prima cosa da fare sarà quella di togliere il vecchio wrap della vostra batteria, non facendo altro che scartarla come se fosse un pacchetto di chewingum. Prestate attenzione in questa fase all’unica cosa che NON dovete perdere: l’isolatore del polo positivo. Quest’ultimo non è altro che un anello in plastica che troverete attorno al polo positivo una volta tolta la vecchia wrap. E’ fondamentale non perderlo perche quando metterete quella nuova, andrà posizionato esattamente dove lo avete trovato.

Step 2:

Una volta denudata la vostra batteria, è ora di infilarle il vestito nuovo. Quello che dovrete fare sarà semplicemente aprire la bustina e infilarci la batteria. Non sarà difficile ma sarà importante farlo bene: i bordi della wrap devono sporgere un po’ di più sulla parte del negativo e un po’ di meno sulla parte del positivo, questo perchè la superficie del polo negativo è più ampia e va coperta di più. Una volta centrata la batteria nella wrap, dovrete poggiare l’isolatore di cui abbiamo parlato poco sopra sul polo positivo, assicurandovi che resti fermo li.

Step 3:

Collegate il phon, scegliete la velocità minima (per non far volare via l’isolatore del positivo) e la temperatura più calda. Puntate quindi il phon sulla vostra batteria, partendo dal polo positivo: ecco che la magia ha inizio, la wrap comincia a stringersi aderendo alla vostra cella. Perchè vi ho fatto partire dal polo positivo? Semplicemente perchè così facendo, fisserete per primo l’isolatore e potrete porcedere poi con il resto della batteria senza preoccuparvi di perderlo o di tenerlo in sede con il dito.

Continuate a passare il phon sulla batteria, facendo delle piccole pause per far si che il metallo di cui è composta abbia tempo di raffreddarsi di tanto in tanto, senza accumulare troppo calore.

Ed ecco che dopo qualche minuto avrete le vostre batterie nuovamente sane e, come di dice in gergo, rewrappate.

Easy no?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here