RECENSIONE: SKRR tank DL by Vaporesso

Nel 2018 ho provato davvero tanti atom, principalmente dripper, qualche tank ma sopratutto prodotti rigenerabili. Questo perchè, dopo tante delusioni avute con gli atom a testine, ho smesso di dire “si” a chi voleva che li recensissi. Un bel giorno Vaporesso mi manda un kit all’interno del quale è presente l’ SKRR (nome che ricorda qualche programma segreto del governo russo), ed ecco che la mia opinione sui non rigenerabili (anzi, su questo non rigenerabile) subisce una drastica deviazione.

PACKAGING

Scatola dalle dimensioni importanti, con una livrea che ricorda in un certo senso qualche opera di street-art: la scritta SKRR occupa la parte superiore della confezione, scendendo anche laterlamente, a destra. Appena sotto troviamo la dicitura “supercharge your clouds” che ci fa’ già capire che ci troviamo davanti ad un device votato alla produzione di vapore. Sempre sul lato superiore troviamo la foto dell’atom nella colorazione scelta (nel mio caso quella blu) mentre posteriormente ci sono i riferimenti ai social di Vaporesso, i vari marchi e il codice a barre con la specifica “SKRR Tank (8 ml) – Blue.

Una volta sfilata la parte appena descritta della confezione, ci troveremo con in mano un cofanetto blu, coperto dalla filigrana riportante la scritta SKRR. Marchio Vaporesso anteriormente mentre sotto troveremo la descrizione del prodotto con le dimensioni:

59.85 mm x 27.8 mm x 27.8 mm / capacità 8 ml – 5 ml (a seconda del vetro che monterete).

Contenuto della confezione:

  • Tank SKRR
  • 1 coil a mesh da 0.2 ohm
  • 1 coil a strip da 0.15 ohm
  • 1 coil GT da 0.5 ohm
  • 1 vetro di ricambio tubulare da 5 ml
  • Drip tip standard nero
  • Cover in silicone per il vetro maggiore
  • Spare parts
  • Manuale utente

Packaging assolutamente ben fatto e completo di moltissimi accessori.

VOTO: 10

DESIGN E MATERIALI

Questo tank, a mio parere è davvero splendido: è costruito completamente in metallo, fatta eccezione per il tip, con un design quasi futuristico. La colorazione di quello che ho per le mani è un blu elettrico ma non troppo sgargiante.

L’anello per la regolazione del flusso dell’aria funziona molto bene, compiendo al massimo mezzo giro grazie ad un blocco di fine corsa (cosa che apprezzo tantissimo in qualsiasi tank). Superiormente la questione è un po’ più spinosa, mi spiego meglio: Vaporesso ha introdotto in questo suo tank il tip di protezione contro l’apertura del serbatoio da parte di bambini. La reputo un’ottima cosa in un’ottica genitoriale seppur renda non proprio agevole le operazioni di refill.

Per refillare il tank dovrete infatti svitare il tip e solo allora far scivolare il tappo del tank che per fortuna resta sempre attaccato al corpo del vostro atom così da non costringervi a doverlo posare da qualche parte (o a tenerlo in mano). Ottima scelta per la sicurezza dei nostri figli, un po’ meno per la praticità del refill.

Ogni filettatura è fatta davvero molto bene, il serraggio è impeccabile sia che si parli del top cap, sia che si parli della base sulla quale avvitiamo la nostra coil e sulla quale, infine, viene avvitato il camino.

Ricordo che questo atom ha una base da 25 mm nonostante la struttura esterna arrivi ad un diametro massimo di 27,8 mm nella parte centrale del vetro del tank.

VOTO: 10

COIL E RESA AROMATICA

Per quanto riguarda il cuore fumante di questo atom, Vaporesso ha esaltato le nuove coil che ha prodotto. Le ho testate tutte e tra tutte, quelle a mesh sono quelle che mi hanno lasciato letteralmente a bocca aperta: progettata per avere il flusso d’aria proveniente dal centro della coil, Vaporesso ha studiato un sistema che obbligasse l’aria a sbattere contro la mesh calda per poi salire carica di aroma verso il tip.

Saranno riusciti i nostri eroi nel loro intento? Assolutamente si, in maniera impeccabile e davvero innovativa per quanto riguarda la resa aromatica che, con questo tank supera qualitativamente qualsiasi tank non rigenerabile io abbia provato ultimamente. Unico “neo”? Beve come un 4.2 V8 benzina. Ricordiamoci però che sarebbe difficile il contrario; questa tipologia di coil ha molto cotone ed avendo un valore resistivo di 0.2 ohm, richiede di essere spinta a wattaggi tra i 60 e gli 80 W. Il risulato sarà quello di avere un’imponente produzione di vapore, un’aroma assolutamente FENOMENALE (sopratutto con mentolati e fruttati) ma un consumo di liquido non indifferente (sarà per questo che hanno portato questo tank a poter contenere 8 ml? Saggia Vaporesso).

Ah, non perde una goccia.

VOTO: 10

CONCLUSIONI

En plein meritatissimo per quello che secondo me è un tank da avere, non solo per chi non è avvezzo alle rigenerazioni ma anche per quei pro-vapers che ogni tanto si voglio prendere una pausa da coil, cotone e rigenerazioni. Come dicevo nell’introduzione, non amo i tank di questo tipo ma Vaporesso mi ha fatto assolutamente ricredere: qualità costruttiva, resa aromatica, autonomia, contenuto della confezione… insomma, per il prezzo a cui è venduto (30/35 euro) ne vale assolutamente la pena.

VOTO FINALE: 10

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here