Profile Unity Rta, Wotofo tenta il raddoppio.

Chi non conosce il Profile, dripper di casa Wotofo, reso celebre a metà 2018 dal suo sistema a mesh studiato per ottimizzare la superficie di contatto e la resa aromatica? Beh, se lo conoscete e se avete avuto modo di apprezzarlo, sappiate che sulla base di quel successo, Wotofo ha deciso di costruire un tank rigenerabile: Unity Rta.

L’ATOM

Ormai Wotofo ci ha abituati a confezioni abbastanza standard, sia per layout che per contenuto. Anche in questo caso la fornitura è ottima grazie alle varie spare parts e alle coil che il produttore tiene a farci provare.

A livello costruttivo questo tank è fantastico: configurazione variabile da 2 ml e da 5 ml per un deck identico a quello del fratellino, fatta eccezione per i fori nei quali andrà infilato il cotone. Tappo per il refill con attacco a baionetta, drip tip chiuso quanto basta e una regolazione dell’aria davvero eccezionale. Con un unico foro aperto il tiro sarà molto contrastato mentre con tutti i fori liberi da ostruzioni, avremo un tiro molto arioso ma senza mai eccedere.

DECK

Come detto poco sopra, il deck è identico a quello del Profile rda. Questo garantisce una resa aromatica superlativa a scapito però della facilità di rigenerazione: il dripper ci aveva abituati ad apprezzare la rigenerazione a “pancake” lasciando le estremità del cotone molto aperte, forte di una camera di vaporizzazione abbastanza ampia. Nello Unity, il camino è ovviamente più piccolo ma la quantità di cotone da usare sarà sempre la stessa; questo vi obbligherà ad imparare come tagliare il cotone alle estremità in modo da trovare un connubio tra spazio libero e lunghezza delle frange che andranno a riempire i fori di pescaggio.

RIGENEREZIONE

Si al cotone da 6 mm, no a quello da 3. Questo sistema a mesh è superlativo a patto che impariate come gestirlo e come coccolarlo. Per evitare gli hot-spot (e il conseguente sapore di bruciato) dovrete assicurarvi che il cotone sia sempre a contatto con TUTTA la superficie della mesh. Per questo consiglio sempre di utilizzare cotone da 6 mm, perchè anche se può risultare difficile da infilare tra la mesh e il piatto in ceramica, è l’unico che vi garantisce sempre una superficie di contatto ottimale con la coil.

Messo il cotone, tagliatelo ai bordi ma non con un taglio netto, piuttosto cercando di ottenere due piccole punte verso il basso che poi vi agevoleranno quando sarà il momento di coprire i fori di pescaggio del liquido.

CONSIDERAZIONI E CONCLUSIONI

Perchè lo trovo un tank da avere assolutamente? Perchè ha un ottimo rapporto qualità prezzo, perchè la resa aromatica è superlativa e perchè pur avendo una mesh da 0.12 ohm, basteranno 50 Watt per estrapolare il massimo del flavour senza però prosciugare le vostre batterie.

Se siete titubanti riguardo alle mesh, sappiate che ormai le mesh per profile si trovano anche alla Conad (ovviamente scherzo) e sempre più spesso spuntano mesh compatibili anche di materiali diversi dal Kanthal A1 (mesh wotofo).

Da acquistare? Assolutamente si.

www.wotofo.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here