INTERVISTA: Smoke and Jazz Nola, quattro chiacchiere con Riccardo e Mara.

Qualche settimana fa lo staff di Vape In Italy blog ha intervistato per voi Riccardo e Mara, i due titolari nonchè creatori dello Smoke and Jazz di Nola, un locale nel quale Jazz e svapo si sposano in un connubio di classe e dalle caratteristiche davvero interessanti.

Come nasce la consapevolezza verso la creazione del vostro progetto?

La nostra passione per il jazz risale a circa 15 anni fa” raccontano Riccardo e Mara. “Siamo stati infatti fortemente ispirati da un festival del jazz al quale abbiamo partecipato da spettatori, alla radio City Music Hall di New York. All’epoca entrambi suonavamo già da parecchi anni almeno uno strumento, io la batteria, mia moglie Mara il pianoforte. Questo è stato l’incipit da cui è partita la comune passione per questa musica. Per quanto riguarda lo svapo invece, la passione è nata circa due anni fa. Io ero un tabagista incallito ma lo svapo è stato amore a prima vista, come per tanti che hanno il desiderio di smettere con le bionde. Un’amore che poi ha contagiato anche Mara”.

Quindi come è nata l’idea di fare delle vostre passioni, una professione concreta?

Lo Smoke and jazz nasce proprio dall’idea di unire entrambe le passioni più importanti per noi: musica e svapo. Abbiamo anche pensato a qualche abbinamento tra musica svapo e cocktail. Sono sorprese che via via sveleremo nel corso del nostro progetto

Qualche anticipazione per i lettori di Vape in Italy Blog?

Un’anticipazione potrebbe essere la scelta di abbinare per esempio un vino rosso molto legnoso al il Cigar Passion, oppure le birre scure con un max blend (con nota di liquirizia) o in alternativa un Dark vapour, che ha una leggera nota di cacao e frutti rossi, a un dark latakia. Il tutto si potrebbe accompagnare con il jazz di Pat Metheny Brad Mehldau o la tromba di Coltrane o di Chet Baker che evocano gli ambienti un po’ “fumosi” e nebbiosi tipici di tutto il jazz dei pianisti Keith Jarret, Bill Evans, Michel Petrucciani“.

Decisamente molto interessante, complimenti! Progetti per il 2019?

“Nel corso dell’anno organizzeremo delle serate a tema, per esempio una serata Beatles o un’altra dedicata ai Queen ed altre ancora dedicate ai più interessanti artisti musicali. Alterneremo anche serate dedicate alla degustazione degli aromi e liquidi che hanno riscosso maggiore interesse nell’anno precedente o per presentare le novità in tema di svapo con sedute di ascolto che organizzeremo tutte le settimane.”

Siete estremisti del jazz o vi piace ascoltare anche altro?

“In linea generale ascoltiamo quasi un po’ tutti i generi musicali cercando di carpire l’ispirazione giusta. Personalmente amo molto il jazz con gli artisti succitati e la musica italiana d’autore. Non manca ovviamente il grande rock britannico con le sue leggende Pink Floyd e Queen. Mara adora la world fusion o il latin jazz, ma non disdegna la musica classica per via della sua cultura pianistica”.

Cosa ci puoi dire riguardo all’audio all’interno del locale? Hai curato tutto tu o ti sei fatto aiutare nella scelta dell’acustica e degli impianti?

“Sono specializzato in prodotti hi-fi o Alta fedeltà. Sono un grande cultore ed appassionato di acustica ed impianti e questo settore fa parte integrante del nostro progetto infatti abbiamo una sala d’ascolto dedicata agli appassionati come me ma anche a chi volesse esplorare meglio questo diverso modo di ascoltare musica”.

Ragazzi, che dire, complimenti e in bocca al lupo per questa vostra avventura!

Per chi volesse cercare i ragazzi sui social, qui i loro contatti:

Instagram: @smokeandjazznola

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here