Vape in Italy vive!

Finalmente!!!

Si, lo so, è passato un mese abbondante dal mio ultimo articolo e sicuramente avrete notato anche un’attività inferiore sul blog. Purtroppo non è dipeso da me o dal team di Vape in Italy.

Il settore in cui operiamo è ricco di personaggi incredibili e di nefandezze pazzesche, badate bene: non che gli altri settori non abbiano queste perle, anzi, ma il vaping in Italia è un paesino di provincia dove tutti sanno tutto di tutti.

Frodi, inciviltà e affini sono all’ordine del giorno, Vape in Italy in tutto questo si è sempre fatta i fatti suoi e ha seguito le regole e soprattutto non ha mai e dico mai arrecato danno a nessuno. Sappiamo TUTTO, ma come detto prima, ci facciamo appunto i fatti nostri.

Non è il nostro stile, non fà parte del nostro progetto e della nostra visione, meglio piccoli e genuini piuttosto che grandi o presunti grandi ma sporchi come un cencio da pavimento.

Eppure nonostante questo nostro modus operandi, siamo presi di mira costantemente con attacchi hacker e da comare di paese che sparlano tutto il giorno con livore contro di noi. Ci attaccano i nostri portali? risolviamo e andiamo avanti, sparlano di noi? ignoriamo e andiamo avanti, insomma dopo 3 anni abbiamo le ossa grandi e queste cose rientrano nella routine giornaliera.

Accade però che tra un attacco hacker al sito e un pò di fango da parte dei nostri pelosissimi competitors, ci si mette pure chi per oltre tre anni ci ha supportato chiudendoci indiscriminatamente il nostro conto con cui facevamo tutte le nostre transazioni.

Parlo dell’ottima paypal che, professandosi paladina contro gli stupefacenti, ha deciso ad inizio Giugno di chiuderci appunto il conto, poichè venditori della terribile e famigerata canapa light.

Nessun avviso e nessuna comunicazione se non “il suo conto è stato limitato perchè viola i termini e condizioni della nostra azienda”

Già, qualcuno potrebbe dire ” ben vi stà, cosi imparate a vendere la droca ai bambinihh!!1!”

Se non fosse che noi di canapa light sul sito non ne abbiamo mai venduta.

…….

Legali in marcia, battaglia con servizi clienti ignavi e uffici segreti di paypal con cui non si può assolutamente comunicare. MORALE: un mese perso.

Siamo riusciti a risolvere e senza superbia alcuna, anche a migliorare il nostro servizio, però un bel vaffanculo a paypal non ce lo toglie nessuno.

Dunque, dove eravamo rimasti prima di questa querelle imbarazzante?

Eravamo allegramente pronti a fare le classifiche dei migliori liquidi presentati al Vapitaly 2k19 e a pubblicare le interviste video dei tanti che son stati con noi durante l’evento e oltre a questo riprenderemo a fare le nostre recensioni etcetc.

Insomma, facciamo finta che il team se ne sia stato bellamente in vacanza durante Giugno e che oggi si ritorna a scuola!

Ovviamente mi scuso a nome di tutti per quanto accaduto, ma credetemi quando vi dico che il nostro progetto su cui lavoriamo da oltre 3 anni ha subito l’ennesima spallata che ci ha fatto quasi capitolare.

Invece ancora una volta siamo qua e siamo ancora vivi.

Enjoy the summer guys

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here