VAPORESSO: 3 is the magic number.

L’estate sta finendo ma il caldo, fortunatamente, ancora non accenna ad abbandonare la sua piacevole (?) morsa. Siamo a settembre, molti hanno già fatto le vacanze e pochi le stanno ancora concludendo; prima di salutarci per l’estate, però, Vaporesso ha deciso di darci la possibilità di portarci in ferie una delle sue ultime tre pod mod, chiedendoci semplicemente di scegliere tra altrettanti modelli sfornati apposta per noi: “Renova Zero”, “Click” (ex Aurora Play) e il fratellone “Sky Solo Plus” (tutti acquistabili direttamente sullo store Vaporesso)

Beh, andiamo a vederli nel dettaglio e cerchiamo di capire se i tre fratelli hanno passato gli esami oppure dovranno ripetere l’anno!

RENOVA ZERO

Partiamo da quella che tra le tre, a mio parere, è quella che meno si distacca dal concetto di pod mod, adottando caratteristiche basic adatte a chi cerca uno tra i prodotti entry level più semplici, sia come facilità di utilizzo sia come design.

Testina da 1 ohm, 2 ml la capacità del sistema pod e 650 mAh a disposizione di chi ha acquistato questa pod mod di Vaporesso. Caratteristiche base se non fosse per alcune accortezze che la casa del Sol Levante ha deciso di utilizzare: la pod (tenuta collegata alla batteria da un magnete, come in quasi tutte le pod mod di questo genere) non ha il solito, scomodo, spesso imperfetto, tappino di gomma a chiudere il tappo per il refill, bensì una vera e propria valvola a unica via la quale consente di riempire di liquido per sigaretta elettronica il nostro serbatoio, semplicemente spingendo verso il basso e refillando; si perchè oltre ad avere una valvola che non permette al liquido di uscire, la valvola in questione è montata su una molla la quale prevede una piccola pressione in fase di rabbocco.

Altra accortezza è stata quella di utilizzare una batteria la cui autonomia ci consenta di affrontare buona parte della giornata senza dover ricaricare e, nel caso fosse necessario, basta attaccarla a qualsiasi presa usb tramite il cavo micro usb che troverete in dotazione (45 min per essere ricaricata al 100% rigorosamente con charger che non superano 1 A di carica).

Altra cosa importante, assolutamente da non sottovalutare, è la possibilità che Vaporesso offre ormai a tutte le sue pod mod ovvero quella di regolare il wattaggio erogato tramite un unico pulsante che, premuto 3 volte di seguito, cambierà lo step di erogazione permettendoci di scegliere tra un tiro più strong (luce verde = 12,5 watt), uno intermedio (luce blu = 10 watt) e uno più soft (luce rossa = 9 watt).

Concludendo, la pod è ottima, il tiro contrastato quanto basta da aver davvero la sensazione di svapare con classica modalità mtl pura. Il refill è perfetto a patto però che si utilizzi la bottiglietta da 10 ml fornita in dotazione: non che con le altre non si riesca a refillare ma con qualche difficoltà se il beccuccio è troppo sottile poichè la forza da esercitare sulla molla rischia di piegarlo.

Da acquistare? Se cercate una pod mod pratica e funzionale, assolutamente si.

Aroma: promosso.

Vaporesso Zero Vape in Italy

CLICK (Ex Aurora Play)

Con Click, siamo di fronte alle medesime caratteristiche tecniche della Zero ovvero tiro automatico (molto preciso), valvola per il refill ad una via, selettore del wattaggio e batteria da 650 mAh. Non cambia fondamentalmente nulla se non il design, profondamente modificato per offrirci un tuffo nel passato, almeno ai nostalgici del famoso accendino onnipresente tra gli ’80 e i ’90: lo zippo.

Prodotto interessante come trovo interessante la possibilità di proteggere il tip una volta riposta in tasca o sul tavolino di un bar grazie appunto al coperchio in stile Zippo. Ottimi i materiali con cui è costruita anche se la cerniera che permette il movimento del coperchio dovrebbe essere rivista e perfezionata: ha un leggero gioco laterale, niente di trascendentale ovviamente ma visto il design accattivante di questa pod, andrebbe sicuramente perfezionato.

Da acquistare? Si se siete alla ricerca di una pod dal gusto vintage, funzionale e compatta.

Aroma: promosso.

SKY SOLO PLUS

Con Sky Solo Plus cambiamo decisamente genere. Seppur questa mod sia leggera, con batteria integrata da 3000 mAh e atomizzatore a mesh integrato, non la farei rientrare nell’universo pod mod, piuttosto in quello delle mod entry level.

Abbandonati i pregiudizi verso le mod con batteria integrata, dando un occhio allo Sky Solo Plus di Vaporesso quello che avremo davanti sarà praticamente un tubo. Un tubo elettronico, senza la possibilità di selezionare direttamente i watt erogati ma (analogamente alle pod mod sopra descritte) lavorerà erogando la quantità di watt in base al valore resistivo della coil che andrete a montare (ovviamente Vaporesso e ovviamente a mesh) lavorando fino ad un massimo di 90 watt.

Il serbatoio per il liquido per sigaretta elettronica è immenso: ben 8 ml, sufficienti a garantirvi, assieme alla batteria, un’autonomia di tutto rispetto.

E l’aroma? Beh, considerando che può montare le stesse coil del tank SKRR di Vaporesso, l’aroma è davvero ottimo. Se non sapete di cosa io stia parlando, andate a leggervi la mia recensione sul tank SKRR, ovviamente sempre qui su viib.

Da acquistare? Assolutamente si se cercate un tubo comodo, sicuro, semplice da utilizzare e con manutenzione davvero ridotta al minimo.

Aroma: leggi qui.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here