Lo svapo uccide… si, le lobby.

lo svapo uccide
Lo svapo fà realmente male o ci sono degli interessi sotto? scopriamolo insieme

io sono un’autorità su come far pensare la gente. Ci sono i giornali per esempio, io sono proprietario di molti giornali…

Orson Welles – Quarto Potere

Il nostro settore in questi mesi è l’ultima vittima di una macchina del fango che di fatto comanda il nostro paese da almeno 15anni. Parlo dei media, e parlando di questi, non potevo non citare chi aveva già intuito tutto negli anni 50 con una pellicola magnifica.

Ritorno a scrivere sul nostro amatissimo blog dopo gli ultimi attacchi che hanno il sapore amaro del fuoco amico, infatti gli ultimi in ordine di tempo a schierarsi contro di noi son state “Le Iene” famoso show televisivo sulle reti nazionali grazie alle loro inchieste montate a regolare d’arte. Per anni questo show si è dimostrato amico del settore nella persona di Matteo Viviani che, con i suoi servizi, ha dimostrato come la sigaretta elettronica fosse uno strumento eccezionale per smettere di fumare e in prima persona ha sempre messo la faccia a difesa del settore.

In una settimana invece lo show, probabilmente per interessi di audience, ha deciso di cavalcare le fake news (già smentite grazie a dio) d’oltre oceano sulla pericolosità della sigaretta elettronica, montando un servizio a tratti imbarazzante per contenuti, superficialità e scarsa attitudine alla trasparenza e veridicità di chi lo ha condotto

Questo servizio è l’ennesima mazzata mediatica che il nostro settore riceve negli ultimi mesi a livello nazionale.

Alcuni giornali, accertato che le notizie dagli Stati Uniti fossero fake news hanno, con onestà intellettuale, fatto marcia indietro e a questi ne siamo grati; invece ” Le Iene” hanno rincarato la dose ridicolizzando chi, se pur con veemenza, ha fatto presente che fosse un servizio capzioso e pretendeva una rettifica.

Ma se attacchi la sigaretta elettronica, chi vuoi che ti venga a commentare sotto il post su Facebook ? I fruttaroli ?

Tutto questo ci deve far riflettere sul potere che hanno i media nella nostra società legato al dato che ritrae l’Italia al quarantatreesimo posto come libertà di stampa dietro a paesi come il Burkina Faso, Sud Africa e Taiwan…

Quindi è lecito pensare non sia solo un presumibile ( già comunque deprecabile) interesse di audience, quale interesse ci può essere nel demonizzare un sistema che sta aiutando milioni di persone nel mondo a smettere di fumare ?

Senza meri complottismi bisogna vedere la popolazione come semplici numeri e come questo strumento ha impattato dei mercati che hanno fatto la fortuna sulla nostra pelle. Ad esempio le lobby del tabacco che pian piano stanno perdendo centinaia di milioni di dollari e clienti a causa della sigaretta elettronica oppure le lobby farmaceutiche che nel vedervi malati e insani a causa delle sigarette hanno visto ridursi le loro entrate derivanti da tutti i medicinali legati a malattie fumo correlate, dai banali sciroppi per tosse e catarro fino agli anti tumorali che spesso vengono venduti al pubblico per migliaia di euro a fronte di costi irrisori.

A fare da amico a questo sistema imbarazzante interviene il governo non eletto più corrotto del mondo, che usando i suoi strumenti manipola l’opinione pubblica al fine di dare una mano alle lobby a cui si sono venduti.

Senza entrare nelle speculazioni, fù il governo Renzi a trattare con una nota multinazionale del tabacco (si proprio lei) per l’apertura di una fabbrica di produzione di riscaldatori di tabacco in Italia che tutt’ora risulta una scatola vuota in cambio di chissà quali favori. Fù una senatrice del partito democratico (nota per essere corruttibile con due orologi in altre avventure) a tagliare le gambe del nostro settore nel 2017.

Insomma a pensar male si fà peccato ma quasi sempre ci si azzecca, prepariamoci alla bastonata in arrivo visto tutto il trambusto che stanno generando per demonizzarci.

Cosa possiamo fare noi per difenderci? In primis essere meno menefreghisti e partecipare pro attivamente a qualsiasi manifestazione il settore organizzi. Nello specifico delle calunnie delle Iene vi invito caldamente a segnalare il video per contenuti inappropriati, se agissimo tutti insieme causeremmo un danno alle Iene e sarebbero costretti a rettificare per sistemare la situazione. 5

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here