Vaping Expo 2019 / l’inizio della Vape Fashion Week

Ad una settimana dalla conclusione della fiera Vaping Expo, la sottoscritta Laura Dysagioh torna a scrivere per voi! Vi sono mancata?

Okay, non rispondete per carità o in sottofondo partirebbero i grilli…Dunque, dicevamo, Vaping Expo, si si si…già, ALLOOORA.

Organizzata nel contesto del Malpensa Fiere, in quel di Busto Arsizio, questa fiera è stato sicuramente un bel palcoscenico. Tanti i marchi italiani che hanno preso parte, molti in particolar modo hanno sfruttato queste giornate per presentare le novità del proprio brand e le loro fresche collaborazioni.

Da quelle nate tra marchio e marchio, che collaborano mettendo in comune le loro migliori doti per creare qualcosa di ibridamente nuovo, a quelle fatte con i più famosi(?) influencers del settore.

Altri brand, dicevamo, hanno usato questo piccolo contesto, magari più “intimo e sicuro” per muovere i primi passi, prima di lanciarsi verso le grandi fiere, un po’ per farsi le ossa, se vogliamo, ma soprattutto per avere un feedback dal pubblico.

Ora, io non posso parlare a nome del PUBBLICO, ma se ero li per voi, beh, due parole le voglio spendere.

Sono rimasta piacevolmente sorpresa dall’affluenza, seppur non esagerata, della domenica. Ovviamente gli stand dei grandi marchi ai quali siamo affezionati sono stati quelli più assediati, primi fra tutti, secondo me quelli di The Vaping Gentlemen Club e Blendfeel, chevvelodicoaffà. Abbiamo trovato Dreamods, per la prima volta in pubblico dopo l’acquisizione del 50% della ditta Real, Angolo della Guancia in collaborazione con Dago (mi sbilancio fin da subito e vi dico senza filtri: la migliore collaborazione riuscita tra due marchi).

Tra i tanti ha davvero brillato per le sue proposte lo stand di Moonshine, che in collaborazione con l’influencer Fabio Vaper, si è portato a casa il premio per il miglior liquido cremoso. Premio publicità progresso: Flavourlab con la presentazione e l’assaggio del Vaniglia Cristiana (avete mai svapato su un inginocchiatoio?) Ma! Non vi spoilero altro, tutto quello che ho potuto testare, sia di novità che non, vi verrà raccontato nei miei prossimi articoli!

Pochi i distributori, primo fra tutti Ribilio alla riscossa, pochi marchi esteri, ma ammetto ben selezionati, tanti momenti…uhm, trash? Come ci piace a noi. Poco di rilievo la tanto decantata “area influencer” e solo per un motivo: mancava la materia prima. * colpo di tosse *

Speriamo nella riuscita dello stand della raccolta firme per la petizione “Vaping is not Tobacco“, che negli ultimi tempi, ahimé, ho visto essere sempre meno considerata. Voi avete firmato? Si? No? Nel dubbio vi lascio il link : https://vapingisnottobacco.eu/it/

Bello invece lo spazio dedicato ai ritratti fotografici con il giovane e promettente fotografo Hitzo, se non ve ne siete “approfittati” beh, peggio per voi.

Che dire raga, tirando le somme, fiera carina, piccolina ma vivace, direi anche ben riuscita tutto sommato, qualche piccolo appunto lo faccio sulla struttura, o meglio, sulla gestione degli spazi (aver visto ottimi brand arrabattati su dei tavolini con un pezzo di banner dietro: ANCHE NO) e sulle luci (oh, non crederete mai, ma contano molto) detto ciò auguro all’organizzazione di riuscire a riproporre la fiera anche il prossimo anno e…STAY TUNED! Sarà un autunno/inverno di fuoco qui al Vapeinitaly Blog!

Foto credits: Marco Lazzarini https://www.instagram.com/marcolazzariniphoto/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here