È arrivata la nuova minifit killer?

Ormai ogni giorno escono pod sempre più piccole e tascabili con una durata della batteria veramente limitata. Io sono dell’opinione che un pv debba resistermi tutta una giornata se così non fa è bocciato. Quando mi è arrivata la vaporesso podStick ne sono rimasto piacevolmente colpito per la dimensione non troppo piccole e la sua leggerezza, ma prima di spoilerarvi troppo iniziamo con la recensione

photo : hitzo.vape

Packaging

Un bel packaging robusto con un’unica imperfezione la foto del prodotto che si trova all’interno notevolmente sottoesposta (scusate deformazione professionale, non potevo non scriverlo), all’interno troviamo: la PodStick hit, 2 pods (una da 1.3 ohm e l’altra a mashed da 0,6 ohm), 1 boccetta, 1 cavo usb e i vari foglietti che non legge mai nessuno.

photo : hitzo.vape

MOD

Eleganza, ecco la parola che mi viene in mente guardando questa pod. Abbiamo una dimensione pari a 18x22x111mm, ma quello che mi ha stupido maggiormente è la leggerezza di questo di dispositivo, che pesa veramente poco per le prestazioni che offre. Una pecca non indifferente è che non ha grip, in parole povere scivola dalle mani, un revestimento gommato l’avrei apprezzato tanto. I materialia sono ottimi, ma in particolare questa colorazione espone il prodotto a graffi evidenti.

Con 900 mAH la batteria dura il giusto, ovviamente dipende da quanto la si usa, però da quanto ho potuto provare, utilizzata in combo con la propria mod “principale” dura abbastanza,una nota molto positiva, che con soli 45 minuti la pod è completamente carica e pronta all’uso.

Vi ricordate dei foglietti che non legge mai nessuno? Bene forse è meglio se li avessi letti, visto che non avevo capito che ha tre modalità di erogazione, rappresentate con i colori del led che si accende sotto il pulsante fire: verde (potenza alta), blu (potenza media) e rosso (potenza bassa). Giocando con questa impostazione sono riuscito a trovare la mia quadra, facendo salire notevolmente la mia opinione su questa sigaretta elettronica. Incastonati sotto il pulsante fire ci sono 5 led, che indicano la carica della batteria, molto comodi per capire al volo quanto ancora possiamo svapare. Per i più sbadati il circuito offre una funzione molto molto utile, esso si accorge quando si è in secca e regola la potenza per evitare il fastidioso gusto di bruciato (dite addio così alle steccate in gola di prima mattina).

POD

Abbiamo due tipi di pod in confezione: una dedicata al tiro di guancia e l’altra al tiro di polmone, in entrambe non è possibile regolare il flusso dell’aria, cosa che mi ha fatto storcere il naso non poco, perché ognuno di noi comunque predilige un tiro più o meno arioso e offrire la possibilità al consumatore di decidere è sempre cosa buona e giusta. La pod da tiro di guancia mi ha deluso veramente tanto, aroma e hit li ho travati blandi, l’unica nota positiva è stato il tipo di tiro creato dal giusto bilanciamento dell’aria, contrariamente a tante pod in commercio questo è un vero mtl. La pod da tiro di polmone invece funziona molto bene, rispetto alle sue concorrenti,  l’aroma è buono (valutando che sia una pod) e la produzione di vapore discreta. Per ricaricare il liquido non bisogna estrarre la cartuccia ma si ricarica direttamente dalla parte superiore ,consiglio di utilizzare la boccetta presente in confezione per compiere questa operazione,visto che ricaricando con altre si rischia il rompersi del beccuccio da cui fuori esce il liquido.

photo : hitzo.vape

Conclusioni

Come mi dicono a scuola “potrebbe fare di meglio”, esteticamente è molto versatile, adatta a qualsiasi situazione grazie al suo stile non troppo appariscente. La consiglio a chi si sta approcciando al mondo dello svapo (che non ha troppe pretese) perché avendo 2 tipi di pod si può decidere che tiro si vuole e il funzionamento è facile da capire (se si leggono i foglietti illustrativi). Per i vaper più esperti potrebbe essere quel tipo di sigaretta elettronica adatta dopo il caffè, che si usa sporadicamente con un liquido particolare all’interno.

Riassumendo il tutto, non è entrata nella mia classifica personale delle migliori pod per via del problema della bassa resa aromatica, però, tutto sommato, non è che funzioni male. Io vi invito ad andare a provarla, perché queste sono solo delle mie considerazioni personali…

VOTO FINALE: 7

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here